Skip to content

EAGLEBUSINESSASSN.ORG

Eaglebusinessassn

SCARICARE WEBASTO BATTERIA


    Webasto e consumo batteria Condizionatori e riscaldatori. il Webasto che una notte o poco + può essere sufficiente a scaricare la batteria. eaglebusinessassn.org › Forum › tecnica › Accessori. mattina il webasto dava errore (3 lampeggi). Sul pannello diceva che la batteria è scarica anche se le luci a led funzionavano correttamente. eaglebusinessassn.org › Home › Riscaldamento › Auto. Ciò significa che è possibile utilizzare il riscaldatore da parcheggio senza scaricare la batteria dell'auto! Fino al 40% più economico. L'eThermo Top Eco elettrico.

    Nome: webasto batteria
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:55.78 Megabytes

    Articolo a cura di Aurelio Vindigni Ricca 8 Gennaio Fra qualche anno i veicoli elettrici domineranno il mercato, la piega presa dall'intera industria mondiale è del resto alquanto chiara - e persino Harley-Davidson , storico produttore di motociclette americano, ha lanciato una nuova linea di due ruote elettriche. Batterie dalla chimica alquanto economica, soggette a deteriorarsi con il tempo e con i cicli di ricarica.

    I trucchi del mestiere Prima di continuare, sfatiamo un paio di miti comuni sulle batterie agli ioni di litio. Se qualcuno vi consiglia di caricare la batteria soltanto quando lo smartphone, sempre per esempio, vi avverte con l'avviso "Batteria scarica", ignorate senza troppi problemi. Il voltaggio è nostro amico I produttori hanno anche un altro "trucco" per preservare la carica delle batterie presenti sulle attuali auto elettriche: il voltaggio.

    Solitamente le celle presenti nelle batterie hanno un voltaggio di 3V o poco più un iPhone XS arriva a 3. Gli stessi produttori, come Tesla ad esempio, sconsigliano di utilizzare voltaggi superiori a 4. Inoltre, sin dalle prime cariche, il marchio americano limita il voltaggio a 4.

    Sarà l'effetto "nido", il dondolio, i rumori che ci cricordano le vacanze. Ognuno troverà la propria spiegazione, fatto sta che poter viaggiare avendo con sé queste comodità è davvero rassicurante. Dipende solo da noi! L'insieme dei fattori moltiplica l'effetto del singolo caso. Il risultato è poter viaggiare con la propria casa, fermarsi dove e quanto si vuole per godere del posto, oppure di poter scappare dopo pochi minuti se non siamo soddisfatti.

    Nessuna altra forma di vacanza permette questo, nemmeno la roulotte né tantomeno la Tenda, considerata da molti camperisti l'origine della Vita da Camperista. Introduce forti assorbimenti che vanno tenuti in considerazione per il suo uso.

    Utile per evitare di portare nel mezzo terriccio, sabbia ecc e creare uno spazio vivibile esterno. Serve ad avviare il motore ed alimentare autoradio, eventuali antifurti, accendisigari ecc.

    La sua carica dipende dall'alternatore come in qualsiasi Veicolo a motore.

    Finalmente elettrico!

    Quando collegati alla V, in molti VR si permette la ricarica anche di questa batteria. Quando la batteria è staccata, ricordiamoci che non potranno funzionare chiusure centralizzate, vetri elettrici, autoradio, antifurti ecc. La BS è la sorgente di energia che alimenta tutte le utenze della cellula Tv, riscaldamento, luci Ventole ecc.

    Ovviamente si ricarica anche quando connessi alla rete V attraverso il CB Carica Batteria di bordo. Assolutamente da evitare l'uso di normali batterie al piombo, specialmente quando è posizionata all'interno del VR a causa della possibile fuoriuscita da queste batterie, di vapori solfurei e di liquidi corrosivi. La BS va scelta, come capacità, in base alle utenze presenti nel VR: se per esempio è presente un frigorifero a compressore, si dovrà valutare l'acquisto di una BS di almeno A con l'ausilio quasi obbligatorio di un impianto fotovoltaico.

    Sistemi per usare più batterie di Servizio. Come avete capito, la BS è il "serbatoio" di corrente che vi permette di vivere nel VR. E' quindi importante avere la giusta disponibilità di energia in base alle proprie esigenze familiari di vita. Spesso una sola batteria non basta e ne occorrono due e per alcuni, anche tre.

    A parte il peso non trascurabile una buona BS da Ah pesa intorno ai 30 Kg bisogna tenere in considerazione l'aspetto tecnico: Se si comprano BS di pari capacità, marca e lotto di produzione, sarebbe anche teoricamente possibile collegare le batterie in parallelo "secco" usando cavi di adeguata sezione e possibilmente ponendo le batterie adiacenti tra loro con l'uso di fusibili adeguati.

    Diciamolo apertamente, molti, tanti camperisti adottano questa soluzione perché apparentemente migliore, senza apparecchi o sistemi aggiunti, convinti che sia la soluzione migliore e più affidabile. Quindi, non vi consigliamo questo collegamento. Come tutti sappiamo i camperisti spesso si sentono di essere tuttologi che, sulla base delle proprie esperienze, ritengono di poter offrire consigli di alta levatura tecnica.

    Le motivazioni che ci spingono a non consigliare un collegamento di batterie in parallelo secco provengono dall'esperienza clienti disperati che si ritrovano le batterie gonfie o semiesplose e dalle conoscenze tecniche professionali. Molti obiettano che i sistemi UPS e gli impianti fotovoltaici hanno collegamenti di batterie in parallelo. Questi impianti sono costituiti da decine, a volte centinaia di batterie collegate tra loro prima in gruppo in serie e poi, questi gruppi a loro volta in parallelo.

    Comprendiamo che il tema è particolare e complesso, ma per la vostra sicurezza, vi consigliamo di non usare batterie in parallelo secco. In questo caso potrete anche collegare entrambe temporaneamente le batterie in carica, facendo molta attenzione di scollegare il parallelo quando non le caricherete più esempio, quando scollegate la V Se potete spendere del denaro, esistono poi dei sistemi automatici in grado di caricare e scaricare le due batterie in modo intelligente e in base al reale stato di carica e richiesta energia.

    Con la modalità automatica comunque ci possiamo dimenticare del problema delle batterie potendo disporre di un automatismo che, per noi, decide da quale batteria prelevare energia e su quale batteria destinare la carica. In genere il funzionamento è automatico, cioè il frigorifero sceglie autonomamente la sorgente di energia più adatta per il momento. Il principio base del frigorifero trivalente è quello dell'evaporazione in un ciclo chiuso dell'ammoniaca.

    Il sistema la riscalda tramite una fonte di calore gas, V , 12V e il riscaldamento provoca poi l'evaporazione che induce il raffreddamento della serpentina. Con il funzionamento a gas, si accende una fiammella intorno alla quale esiste una serpentina dove all'interno circola la miscela di ammoniaca, acqua e idrogeno. Per questo motivo il VR deve essere in piano per poter permettere alla fiammella di scaldare per intero la serpentina.

    Da tenere presente: il funzionamento a 12V è possibile solo in marcia con la batteria del mezzo BM , quando l'alternatore del mezzo fornisce molta corrente.

    Questo perché l'assorbimento del frigorifero a 12V è molto elevato e scaricherebbe in poco tempo la batteria dei servizi. Non è possibile altresi' usare in marcia il frigorifero a gas per due motivi: il vento non farebbe scaldare bene la serpentina, e la normativa prevede la possibilità di usare utenze a bordo solo se alla bombola è collegato un dispositivo di sicurezza in grado di bloccare l'uscita del gas in caso di incidente. Per migliorare di molto l'efficienza del frigorifero esistono delle ventoline da montare sul retro del frigo in modo che aiutino ad espellere il calore provocato dal sistema.

    Eliminando il calore migliora la resa. Il frigorifero del Camper non è come quello di casa, a meno che non sia un modello a compressore montato a parte, quasi mai in dotazione standard.

    Per questo motivo deve essere mantenuto aperto il minor tempo possibile e i cibi vanno disposti in modo da permettere il passaggio dell'aria tra di essi. Alcuni mezzi dispongono di un frigorifero a compressore a 12V, sono prodotti che per efficienza si avvicinano molto ai frigoriferi domestici, riuscendo persino a produrre del ghiaccio.

    Poi dipende sempre dall'uso che si fa del proprio Camper: se si è abituati a viaggiare molto, a non fermarsi in aree attrezzate o campeggi, sarà necessario avere una buona riserva energetica, viceversa ci si potrà collegare spesso alla V delle aree sosta e campeggi e non aver quindi necessità di un impianto particolare per le batterie. Come sempre, dipende dall'uso che si fa del proprio mezzo.

    Senza corrente non possiamo alimentare gli accessori fondamentali quali pompa acqua, frigorifero, riscaldamento.

    CONSIGLI WEBASTO

    Questo oggetto, posizionato sul tetto del VR, permette di produrre energia dal sole. Ovviamente la corrente prodotta dipende dal modello e dalla sua grandezza: uso comune è un pannello da W in grado di fornire durante una giornata di sole circa 8 ore a 8A, utili per essere consumati all'istante frigo a compressore, Tv, Turbovent ecc oppure per ricaricare le batterie di bordo.

    Il pannello fotovoltaico rappresenta ad oggi la migliore soluzione per approvvigionarsi di energia a bordo: ecologica, silenziosa, rinnovabile, a basso costo e di facile installazione: infatti il montaggio riguarda solo il pannello solare e un piccolo regolatore che gestisce la carica alle batterie. Consigliamo di acquistare pannello e regolatore dallo stesso fornitore in modo da comprare prodotti tra di loro complementari e compatibili.

    Sono in arrivo sul mercato dei nuovi pannelli solare semi flessibili con tecnologia ETFE, molto più resistenti e duraturi dei precedenti in tecnologia TPT. I prezzi sono in discesa e preso sarà possibile coprire quasi interamente il tetto del camper producendo molta energia. Ma se volessimo usare un elettrodomestico a V, quando non siamo collegati alla rete elettrica di casa o campeggio, abbiamo bisogno di un oggetto chiamato "INVERTER", cioè in grado di invertire, convertire la corrente continua a 12V in corrente alternata a V.

    L'uso di questi oggetti sta diventando sempre più diffuso, grazie soprattutto ai prezzi in discesa dei pannelli fotovoltaici, sia del costo stesso dell'inverter che come tutti i prodotti di tecnologia, subisce il calo del costo nel tempo. Si deve comprendere che W richiesti ad esempio da un forno a microonde, si tramuta per la batteria in un assorbimento di circa A, una richiesta di energia enorme che prevede sia la disponibilità di batterie adeguate, sia di cavi di sezione e lunghezza adatti alla corrente in gioco.

    Ricordatevi che il vostro camper è costituito da elementi altamente infiammabili e che davvero basta pochissimo per vederlo andare in fumo. Tipologie di inverters: in commercio esistono diverse tipologie di questo prodotto: i più economici non sono in grado di produrre una corrente alternata ad onda sinusoidale pura, e per questo indicano "onda sinusoidale modificata".

    Questa categoria di inverter va benissimo se dovete alimentare apparati PRIVI DI MOTORI, mentre se dovete azionare apparati dotati di motori, dovete avere obbligatoriamente un inverter ad onda pura, notoriamente più cari ma più efficienti e sicuri. Anche molti alimentatori di PC, caricabatterie per bici elettriche ecc hanno necessità di un'onda PURA e quindi dovrete disporre di un inverter adeguato all'uso che ne dovrete fare. Generatore Altra fonte di energia, questa volta meno ecologica, è rappresentato dal Generatore elettrogeno.

    Lavorazioni

    Dotati di motore endotermico il classico motore a scoppio, se pur silenziato esistono sia nelle versioni economiche, portatili che nelle versioni fisse, se pur a costi decuplicati. Il generatore comporta l'uso di carburanti, serbatoi e tubi. D'altro canto, un generatore di questo tipo produce una tensione e corrente del tutto simili a quella domestica: 3Kw per poter far funzionare condizionatori, Tv ecc senza alcun problema, oppure per ricaricare le BS velocemente.

    Turbovent I VR sono costruiti con pareti isolanti. Quindi, il benessere all'interno è demandato alla circolazione di aria che rinfreschi la cellula, oppure ad un condizionatore. Dotati di regolatore di velocità al massimo davvero sono in grado di cambiare l'aria nel VR in un attimo , esistono diverse versioni, la più costosa è dotata di un controllo della temperatura Polar Control che permette di farlo funzionare solo se supera una determinata temperatura, utile quando per esempio lasciamo il camper quando ancora non è molto caldo e quando ritorniamo lo troviamo acceso automaticamente in modo da far circolare aria all'interno, raffrescandolo.

    Altra funzione utilissima, la possibilità di decidere il senso di rotazione in modo da scegliere se estrarre aria dall'intero verso l'esterno, oppure al contrario, farla entrare. Ovviamente non essendo collegato alla rete idrica ma ai serbatoi i quali non hanno capacità infinita quindi bisogna usare l'acqua con parsimonia.

    Buona regola è istruire subito i figlioli ad un uso consapevole delle risorse in modo da evitare sprechi inutili. Il "cuore" dell'impianto è un oggetto chiamato POMPA , situato sotto un gavone, generalmente vicino ad un serbatoio.

    Alcune pompe offrono l'autoinnesco facilitato, altre "vanno aiutate" ed è per questo che bisogna se possibile evitare di terminare l'acqua del tutto. Per aiutare la pompa a "succhiare" l'acqua procedere in questo modo: dare tensione alla pompa facendola partire, aprire un rubinetto, preferibilmente quello dell'acqua calda, ed attendere che l'acqua cominci ad uscire.

    Dopo qualche secondo la pompa dovrebbe andare in pressione e spegnersi. Chiariamo che la pompa funziona con un pressostato: quando si apre il rubinetto la pressione scende e la pompa parte aspirando il liquido. Quando si chiude il rubinetto la pressione all'interno dei tubi sale, facendo spegnere la pompa. Il vaso di espansione consiste in un palloncino che si gonfia di acqua, offrendo una piccola riserva di pressione che fa evitare alla pompa di doversi accendere immediatamente.

    MALU' , Ciao, i fumi di scarico fuoriescono attraverso una piccola marmitta che nella mia caravan è posta dietro la ruota sinistra. Non ci sono odori particolari proprio perché l'impianto è posto all'esterno, il forse problema esiste se il riscaldatore viene montato all'interno della caravan. Inviato dal mio STV utilizzando Tapatalk Beh, non discuto le tue rilevazioni ma si deve considerare che comunque i consumi risentono sensibilmrnte dalla temperatura con le dimensioni della caravan e con la temperatura tenuta all'interno.

    Ma la cosa più importante tener presente le dimensioni delle caravans. Quali sono le dimensioni interne della tua? MAU 71 , Beh, non discuto le tue rilevazioni ma si deve considerare che comunque i consumi risentono sensibilmrnte dalla temperatura con le dimensioni della caravan e con la temperatura tenuta all'interno. Di campeggio invernale abbiamo una certa "praticaccia" [emoji1] Inviato dal mio STV utilizzando Tapatalk MALU' , Infatti in un post precedente ho corretto il calcolo, ma ribadisco che le dimensioni , le maggiori o minori vetrature, influiscono sui consumi.

    Mi sono spiegato male , non intendevo odore all interno dell abitacolo ma fuori, il gasolio combusto ha un odore più intenso del gas , quello che chiedevo è se non ci fosse un odore di scarico fastidio all esterno cosa che ho notato in alcuni camper che utilizzano il riscaldamento a gasolio ; certo dentro non si sente e il caldo è " diverso " da quello prodotto dal riscaldamento a gas.

    Oldman , Conosco quell'affare perche lo ha mio genero sul camper, perche nel suo non è montato il combi bensi la truma non so se o Quindi il vecchio propietario ha pensato di montare anche questo. Non lo avevo mai visto in funzione e devo dire che riscalda.

    Non so come facciano questi controlli. Presuppongo che sia quello da W e non credo che con quella potenza sia sufficiente 1 litro di gasolio ogni 4 ore, ma penso che siamo intorno ai 2 litri ogni 4 ore. Sta di fatto che è abbastanza rumoroso e se installato esternamente, chi è di fianco lo sente. Infatti non riuscivo a spiegarmi il rumore che sentivo con il camper di mio genero di fianco fino a quando non gli chiesi il motivo e finalmente riuscii a capire di cosa si trattasse.

    Gia il rispetto al ha la ventola piu rumorosa, anche se la notte dormi tranquillamente. Il problema del combi sta nel fatto che le tubazioni trasporto aria calda, devono essere studiate al meglio per avere un confort assoluto ed una distribuzione dell'aria calda uniforme in tutto l'abitacolo.

    Sicuramente un buon aggeggio per il riscaldamento, ma si dimentica una cosa di fondo importante. Nella caravan come nei camper si ha bisogno anche dell'acqua calda. In sosta libera o se non hai V devi per forza avere anche il boiler a gas. Quindi resto dell'opinione che sia meglio il combi. Dimenticavo, il consuma una bombola di gas da 10 Kg ogni 3 giorni di funzionamento, ovviamente se fuori siamo nell'ordine di -5 ma anche qui dipende molto dalla coibentazione del mezzo.

    Valerio69 , Conosco quell'affare perche lo ha mio genero sul camper, perche nel suo non è montato il combi bensi la truma non so se o Il top la Combi 6 a gasolio, nella speranza che possa funzionare in viaggio sulla caravan non saprei non me ne sono mai interessato, ma credo sia possibile.

    Bhe credo di si. Considerando che sul camper è ammesso il funzionamento in movimento. Ovviamente parliamo del gasolio, perche è vero che in movimento puoi utilizzare il combi a gas, ma non dimentichiamo che è assolutamente vietato tenere le bombole aperte durante il viaggio. Shifu , Conosco quell'affare perche lo ha mio genero sul camper, perche nel suo non è montato il combi bensi la truma non so se o Ho staccato i picchetti, alzato i piedini e mi sono riposizionato dall'altro lato della piazzola.

    Dovrebbero guardarci loro Con lo scarico posizionati sotto pianale zona ruota Come avrete capito sono pro gas Una combi sarebbe perfetta secondo me. MALU' , Ora capisco perché parlate di odore di gasolio. Per forza, se un Webasto non funziona, emette più del dovuto, se poi addirittura dovesse consumare 2 l ogni 4 ore Proprio per questo sabato scorso il tecnico me lo ha smontato, dicendomi che purtroppo, nonostante la pulizia fatta al bruciatore, molto probabilmente deve essere sostituita anche la candeletta.

    Infatti ultimamente faceva fumo bianco maleodorante,msintomo di cattiva combustione e dopo poco andava in blocco. Quando funziona bene, con una combustione appropriata funziona bene e non ci sono partivolari odori insopportabili. Se non fosse per il Truma Boiler avrei escluso qualsiasi problema legato all'utilizzo del gas a partire dal rifornimento, estremamente laborioso anche a causa dei collegamenti delle bombole, senza contare, come detto, i problemi di spazio e di peso.

    In relazione: SCARICARE PICASA 2012

    Quanto al rischio ghiaccio, non dipende tanto dalla qualità del regolatore ma dalla temperatura esterna e dalla reazione endotermica che esso produce per effetto della diminuzione di pressione dalla bombola all'utilizzatore, che producendo un espansione del gas provoca un raffreddamento delle superfici ad esso circostanti che, in particolari condizioni, se non opportunamente isolate, possono ghiacciate.

    Buona regola è mettere uno straccio sul regolatore e coprirlo con un sacchetto di plastica in maniera tale da non bagnare lo straccio e peggiorare le cose. Cosa che non succede con il gasolio, basta avere l'accortezza dinusare gasolio invernale,. E poi, con due impianti separati, sono sicuro di non rimanere al freddo e senza acqua calda. Quindi per quanto mi riguarda, nel caso, meglio la vecchia Trumatic. Se il boiler o la stufa va in blocco perche è finito il gas, ma l'interruttore e posizionato in on non dovrebbe aprire la valvola.

    Succede la stessa cosa se la temperatura è bassa e provi ad alzare la valvola quando tutto è freddo.

    Tipo in rimessaggio. Se la temperatura esterna è bassa la valvola non si arma basta posizionare l'interruttore del boiler in on e la valvola magicamente si mantiene, anche con boiler spento e te lo assicuro perche ho il cronotermostato nel camper che non fa partire la stufa se non qando lo dico io.