Skip to content

EAGLEBUSINESSASSN.ORG

Eaglebusinessassn

SCARICA SCIACQUONE CONTINUA A


    Tra i guasti più frequenti dei bagni in particolare dei guasti del wc troviamo sicuramente lo sciacquone che scarica da solo, questo sintomo. ha funzionato perfettamente per una settimana e ora scarica da solo non cambia niente), quindi la vaschetta si continua a riempire fino al. Accade spesso di sentire gocciolare lo sciacquone che perde acqua nella tazza. Oppure di non riuscire a far scaricare bene l'acqua. Entrambi i. Uno dei problemi che si può verificare nei complementi del bagno è quello idraulico. Il più frequente è il continuo scorrimento d'acqua nel. Lo sciacquone wc scorre: problema alquanto fastidioso sia perché può provocare rumore che disturba ma anche per lo spreco di acqua che ne.

    Nome: sciacquone continua a
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
    Dimensione del file:63.76 Megabytes

    SCARICA SCIACQUONE CONTINUA A

    Tutti hanno in casa un wc, elemento essenziale di ogni bagno, ma al tempo stesso non tutti conoscono bene il funzionamento di un wc. Ognuno di essi ha vantaggi e svantaggi e ciascuno risulta essere più adatto a particolari situazioni.

    Sezione dopo sezione, in questa guida si cercherà di risolvere tutti i dubbi del lettore e di offrire degli spunti di approfondimento interessanti. Il primo aspetto da trattare è come funziona un wc.

    Quando si utilizza il water, i bisogni si accumulano al suo interno e devono essere allontanati. Per comprendere come funziona un wc bisogna capire anche come funziona lo sciacquone , perché è questo che entra in azione per consentire la pulizia della tazza. Gli sciacquoni più moderni dispongono di due pulsanti, i quali consentono di utilizzare quantità diverse di acqua.

    Ci sono 16 riferimenti citati in questo articolo, che puoi trovare in fondo alla pagina. Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Chiudi il rubinetto di ingresso dell'acqua e scarica lo sciacquone. Prima di controllare la valvola di ritegno, assicurati che nella cassetta non possa entrare altra acqua.

    La valvola di ritegno è una guarnizione rotonda di gomma che impedisce all'acqua di scorrere dalla cassetta alla tazza; quando attivi lo sciacquone, la catena solleva la valvola in modo che l'acqua possa risciacquare il WC. I problemi di questo elemento sono la causa più comune delle perdite.

    Solleva il coperchio della cassetta e guarda all'interno. Stendi un telo in un punto sicuro e lontano dalla zona di lavoro, ad esempio in un angolo.

    Tieni entrambe le estremità del coperchio in maniera salda e sollevalo per staccarlo dalla tavoletta; appoggialo sul telo per evitare che si graffi. I coperchi dello sciacquone sono realizzati in ceramica pesante, non mettere quindi il tuo in qualche punto in cui possa essere urtato.

    Se necessario, regola la lunghezza della catena.

    Questa solleva la valvola di ritegno verso l'alto e potrebbe essere l'origine del problema, nel caso fosse troppo lunga o corta. Ispeziona la valvola. Smontala sganciando i lati dai fermagli che si trovano sulla base del tubo di troppopieno il tubo al centro della cassetta.

    Come Riparare lo Scarico dello Sciacquone: 14 Passaggi

    Osserva se ci sono depositi di calcare, deformazioni, rotture o altre anomalie. Una valvola con evidenti segni d'usura e rotture deve essere sostituita.

    Una volta pulita, rimontala in sede e fissa i ganci laterali ai fermagli del tubo di troppopieno. Apri la valvola di ingresso e lascia che la cassetta si riempia d'acqua.

    Ascolta il suono dell'acqua per capire se hai risolto il malfunzionamento. Sostituisci la guarnizione usurata. Portala in ferramenta e acquista un ricambio identico con le medesime dimensioni; puoi anche acquistare una guarnizione universale che si adatti a qualsiasi tipo di WC. Apri la valvola di ingresso e prova la nuova guarnizione per accertarti che funzioni correttamente senza perdite.

    Controlla il livello dell'acqua.

    Quando il problema non è riconducibile alla guarnizione di ritegno, la seconda causa più comune di perdite d'acqua è un livello eccessivo che fa drenare costantemente il liquido lungo il tubo di troppopieno. Osserva il tubo mentre la cassetta è piena d'acqua e la valvola di ingresso è aperta.

    Il tubo di troppopieno è l'elemento cilindrico centrale che collega la cassetta alla tazza del WC. Ispezionalo per accertarti che l'acqua continui a scorrere nel tubo; in tal caso, devi modificarne il livello abbassando il galleggiante.

    Determina il tipo di galleggiante installato nello sciacquone. L'acqua raggiunge la cassetta attraverso la valvola di ingresso; questa è dotata di un galleggiante che si solleva o si abbassa in base al livello del liquido. L'altezza di tale elemento è il fattore che determina la chiusura della valvola quando la cassetta è piena; di conseguenza, modificandola puoi abbassare il livello dell'acqua.

    Il wc scarica di continuo

    Esistono due modelli principali di galleggiante: [6] Quello a sfera è dotato di un lungo braccio collegato alla valvola di ingresso all'estremità del quale si trova una sfera di gomma; Il modello a tazza ha un piccolo cilindro avvolto attorno alla valvola di ingresso.

    Il cilindro o la tazza scorre verso l'alto o verso il basso lungo lo stelo della valvola e la sua altezza determina il livello dell'acqua.

    Abbassa l'altezza di un galleggiante a sfera. Sulla sommità dell'elemento dovrebbe esserci una vite che unisce il braccetto alla valvola di riempimento; ruotala per regolare l'altezza del galleggiante.

    Usa un cacciavite e svitala per un quarto di giro per abbassare la palla di gomma.

    In teoria, dovrebbe trovarsi a cm sotto il bordo del tubo di troppopieno; continua a regolare la vite di un quarto di giro alla volta finché l'acqua non raggiunge il livello ideale. Regola l'altezza di un galleggiante a tazza. Il processo è simile a quello descritto in precedenza.

    Dovrebbe esserci una vite di regolazione sulla parte superiore della valvola di ingresso; quando la giri, modifichi l'altezza del galleggiante. Svitala di un quarto di giro per ridurre l'altezza dell'elemento cilindrico.

    Controlla l'altezza dell'acqua. Esegui un'altra regolazione sempre di un quarto di giro , se necessario, finché il livello dell'acqua non si trova a cm dal bordo superiore del tubo di troppopieno.

    Se il WC perde a intermittenza, controlla il tubo di riempimento. Si tratta del tubicino collegato alla valvola di ingresso che riempie la cassetta dopo ogni scarico.

    Lo stesso galleggiante arresta il flusso quando l'acqua raggiunge il livello di regime appropriato. La regolazione del galleggiante e del livello di acqua accumulata avviene quasi sempre mediante la rotazione del galleggiante sulla propria asta o in senso orario o in senso antiorario. Fase 1: il livello L dell'acqua sale nella vasca da zero fino ad L3, fig. Il livello dell'acqua cresce di pari passo nella vasca e sotto la campana C.

    Fase 2: il livello dell'acqua si mantiene costante e pari ad L3 nella vasca e sotto la campana, mentre l'acqua che continua ad entrare nella vasca tracima nel sifone e si accumula nel gomito G1 fino a raggiungervi il livello L1, fig.

    Quando l'acqua nel gomito G1 raggiunge il livello L1 il gomito viene chiuso e un certo volume di aria rimane imprigionato sotto la campana e nel primo tratto del sifone.

    Fase 3: l'acqua che continua ad entrare nella vasca continua a tracimare nel sifone e ad accumularsi nel gomito G1 dove il livello si alza oltre L1. In questo modo viene a ridursi il volume a disposizione dell'aria imprigionata sotto la campana. Questa fase porta ad una condizione di regime quando il livello nel ramo destro del gomito G1 porta l'acqua a raggiungere il livello L2, e a tracimare verso lo scarico, fig.

    In questa condizione di regime l'acqua che entra dalla valvola di adduzione è pari a quella che tracima verso lo scarico. La bassa portata di adduzione in generale non consente l'innesco del sifone. In caso di malfunzionamento occorre verificare innanzi tutto che non vi sia accumulo di detriti nella vasca e nel gomito G1.

    Storie Digitali

    Poi bisogna vedere se effettivamente si raggiunge la condizione di regime con un livello massimo di acqua appropriato in generale un po' sopra la sommità della campana. Per questo si fa riempire la vasca tenendo il galleggiante premuto verso il basso in modo che non possa interrompere il flusso. Si osserverà che a un certo momento il livello cessa di aumentare e contemporaneamente l'acqua comincia a fluire nel WC senza avviare lo scarico violento.